10.00

Lettere a un giovane poeta

Prenota e ritira in negozio

Descrizione

Oltre ai circoli letterari come il famoso Bloomsbury Group e alla Hogarth Press – la casa editrice fondata insieme al marito Leonard –, Virginia Woolf frequentò gli ambienti più esclusivi della Londra e dell’Inghilterra dell’epoca. Questa ricchezza di relazioni è testimoniata dallo sconfinato epistolario, che conta circa quattromila pagine. Quello di scrivere lettere era un appuntamento fisso nelle sue giornate che spesso la impegnava a lungo.

In questo volume presentiamo due lettere che Virginia scrisse nel 1932 a John Lehmann, collaboratore e poi direttore della casa editrice. La questione al centro della prima nasce da una domanda dello stesso Lehmann: «Dove sta andando la poesia, o è morta?».

Virginia scrive una lettera piuttosto vivace al giovane poeta. Per dare una lezioncina al suo interlocutore, articola una serie di considerazioni molto interessanti sul lavoro di scriveresulla differenza fra prosatori e poeti, sulla ricchezza di autori e opere che l’Inghilterra può vantare e che sono ormai parte di tutti.
Tutto un altro il tono della seconda lettera. Virginia, forse pentita e con un diverso stato d’animo, riscrive dopo pochi giorni al giovane poeta: fra accenni ad altre questioni letterarie chiude quasi materna:
«Per piacere guarisci presto […] Leonard si unisce a me per ringraziarti della tua lettera».
La burrasca è passata, è tornato il sereno.

Il testo contiene una nota della traduttrice, Camilla Salvago Raggi.

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g

Leave a Reply

*

Ordina Prodotto

Compila il modulo per potere ordinare il prodotto

Name*

Email*

Enquiry*

detail product

    No detail information
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com