16.00

La linea del genere Politiche dell’identità e produzione di soggettività

Prenota e ritira in negozio

Descrizione

Questo libro è nato dall’esperienza di un convegno sul tema del “genere” organizzato dall’Associazione Libera…mente donna, una associazione femminista che gestisce due Centri antiviolenza in Umbria. Nella collettanea, che ospita il confronto tra studiosi e studiose di diverse discipline (antropologia, sociologia, filosofia, diritto), le autrici e gli autori si interrogano sul dibattito che nella contemporaneità assume questo significante e sulle tensioni politiche che lo attraversano. Il genere, principio di organizzazione economica e culturale, diventa una chiave fondamentale per rileggere non solo la produzione del maschile e del femminile, ma l’intero assetto della società e i rapporti di potere da cui la stessa è attraversata. Al di là delle opposizioni troppo semplificatorie tra “culturalismi” e “materialismi”, o tra “politiche dell’identità” o “politiche dell’uguaglianza”, leggere il genere come dispositivo cruciale della produzione di soggettività, apre un terreno di analisi e di lotta fondamentale per nuove pratiche di trasformazione.
Contributi di Cristina Papa, Valeria Ribeiro Corossacz, Rita Laura Segato, Federico Zappino, Rosa Parisi, Maria Rosaria Marella

i curatori Roberta Pompili è docente di Antropologia Culturale presso l’Università degli Studi di Perugia e responsabile dell’area Ricerca e Formazione dell’Associazione Libera…mente donna (Centri Antiviolenza Perugia e Terni). Tra le sue ultime pubblicazioni, La produzione del genere nelle televisioni locali umbre (aboutUmbria, 2016).

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g

Leave a Reply

*

Ordina Prodotto

Compila il modulo per potere ordinare il prodotto

Name*

Email*

Enquiry*

detail product

    No detail information
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com