In offerta!
gallery desc

 5.00

Ni una menos. Dichiariamo guerra alla violenza di genere

Descrizione prodotto

La violenza di genere è un problema culturale, politico, sociale ed economico, ha fattori psicologici e simbolici, ma non solo. Pesano anche le condizioni materiali di vita che crescono d’importanza man mano che la crisi si drammatizza e imbarbarisce le relazioni sociali. Ma non si può comprendere la violenza contro le donne se non si comprende la logica complessiva dei rapporti di potere che agiscono nella società. Noi vogliamo fare l’esperienza di essere libere, di non restare chiuse nelle case mentre gli stupratori, potenziali o effettivi, sono liberi. C’è un solo modo per smettere di avere paura e quel modo è lottare. Noi non abbiamo paura, e nel mondo stiamo dichiarando guerra alla vostra guerra, ma per farlo non uccideremo popolazioni innocenti, non devasteremo città, ospedali, non alimenteremo altra violenza. La nostra dichiarazione di guerra si chiama rivoluzione sessuale, culturale, economica e sociale. Indice: – Dichiariamo guerra alla violenza di genere (Degender Communia) – A proposito di femminicidio (Lidia Cirillo) – Esiste il pericolo di trasformare il femminismo in un atteggiamento individuale (Intervista a Cinzia Arruzza) – La mamma tra clero cattolico e capitale finanziario (Lidia Cirillo) – Lettera al mio stupratore (di una ragazza stuprata a Stanford) – Ni una menos. Vivas nos queremos (Ni una menos) Autrici Degender Communia è un collettivo di studentesse, precarie, donne, lesbiche, lavoratrici, disoccupate, dal sesso non definito e non definibile, dal genere che sfugge a ogni definizione. Nasce dentro e oltre il percorso dello spazio di mutuo soccorso Communia Roma con l’obiettivo di rompere le relazioni di potere e abbattere ogni forma di oppressione e discriminazione.

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g

Leave a Reply

*

Ordina Prodotto

Compila il modulo per potere ordinare il prodotto

Name*

Email*

Enquiry*

detail product

    No detail information