14.00

L’artista è una donna. La modernità di Marcel Duchamp

Descrizione

La trasformazione di Marcel Duchamp in Rrose Sélavy rende l’artista una figura ambivalente, instabile e contraddittoria. L’adozione di un alter ego femminile rimanda alla necessità di ripensare la mascolinità dell’artista e il mito del genio-creatore nel quadro di una modernità che investe tanto il piano della produzione e dei consumi, quanto quello della sessualità e dei comportamenti femminili. Le autorappresentazioni fotografiche realizzate attorno al 1920, quasi sempre con l’aiuto di Man Ray, rivelano infatti un “altro” Marcel Duchamp, profondamente ambivalente nei confronti della virilità dell’artista. Le “strategie di sé” con cui Duchamp confonde le tracce della sua identità passano per il femminile, ovvero per l’irruzione dell’altro nella modernità che lui stesso sta elaborando. Al di là di ogni posizione identitaria, Rrose Sélavy mette in scena la “donna” come una figura della molteplicità che destabilizza l’idea di una mascolinità coerente e unitaria.

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g

Leave a Reply

*

Ordina Prodotto

Compila il modulo per potere ordinare il prodotto

Name*

Email*

Enquiry*

detail product

    No detail information